Court sentences three to death in Somalia over IS, al-Shabab links

0
27 September, 2018 in Italy News by Baidoanews Webmaster
  • Visits: 159
  • (Rating 0.0/5 Stars) Total Votes: 0
  • 0 0
  • Share via Social Media

    Court sentences three to death in Somalia over IS, al-Shabab links

    Un tribunale militare nel nord-est della Somalia ha condannato tre uomini a morte per fucilazione, dopo che sono stati riconosciuti colpevoli di entrare a far parte di un gruppo armato affiliato rispettivamente al gruppo di Stato islamico (IS) e al-S

    Share on Twitter Share on facebook Share on Digg Share on Stumbleupon Share on Delicious Share on Google Plus

Un tribunale militare nel nord-est della Somalia ha condannato tre uomini a morte per fucilazione, dopo che sono stati riconosciuti colpevoli di entrare a far parte di un gruppo armato affiliato rispettivamente al gruppo di Stato islamico (IS) e al-Shabab.

Due dei militanti condannati da un giudice militare per essere membri di un gruppo armato locale collegato all'IS, Hassan Lamow e Yasin Osman Abdi sono stati condannati a morte da un plotone di esecuzione.

Il processo di mercoledì, tenuto sotto stretta sorveglianza, ha visto anche il giudice condannato a morte il terzo uomo, Hassan Mohamed Ali, condannato a morte per essere stato membro del gruppo Al-Shabab legato ad Al-Qaeda.


 Altri tre uomini condannati per aver legami con al-Shabab sono stati condannati all'ergastolo.
I combattenti dei due gruppi armati stanno combattendo le forze di sicurezza nel Puntland, uno stato semiautonomo nel nord-est della Somalia, una regione che insieme al vicino Somaliland, un'enclave separatista è sfuggita a decenni di disordini civili che hanno in gran parte tormentato il sud del paese.


Centinaia di sospetti militanti legati ai due gruppi arrestati dalle forze di sicurezza sono attualmente detenuti nelle carceri della regione. Molti detenuti aspettano anni prima che i loro casi vengano giustiziati dai tribunali, qualcosa che è stato criticato dal gruppo per i diritti locali e internazionali come negazione dei diritti fondamentali da parte delle autorità della regione.


Leave a comment

  Tip

  Tip

  Tip

  Tip

  Tip